EcoBonus

ECOBONUS CASA

Confermato per tutto il 2019 , ovvero una formula che permette di recuperare una parte della spesa sostenuta per le opere di ristrutturazione e risparmio energetico. Questo vale sia per condomini sia per appartamenti.

Agevolazione fiscale del 65%  concessa quando gli interventi su un edificio esistente ne aumentano il livello di efficienza energetica. Il bonus consiste in detrazioni dall’imposta sul reddito: Irpef, se a richiederla sono persone fisiche, Ires, se a farne richiesta sono delle società.

In pratica, per le spese sostenute dal 1° gennaio al 31 dicembre 2019, è possibile fruire della detrazione IRPEF del 65% solo nel caso di sostituzione dell’impianto di riscaldamento con una caldaia a condensazione di classe A o superiore, con contestuale installazione dei sistemi di termoregolazione.

Ecobonus
La detrazione prorogata dalla Legge di Bilancio 2019 riguarda tutte quelle spese che puoi sostenere per:

  • ridurre il fabbisogno energetico per il riscaldamento;
  • miglioramento termico dell’edificio (coibentazioni, pavimenti, finestre e infissi, rifacimento del tetto..)
  • installare pannelli solari;
  • sostituire gli impianti di climatizzazione invernale.
  • interventi di domotica, cioè installazione di dispositivi multimediali per il controllo a distanza degli impianti di riscaldamento

Inoltre, per le spese sostenute dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre 2019, l’agevolazione riguarda anche l’acquisto e la posa in opera di:

  • schermature solari, come le tende esterne, o chiusure oscuranti, come le veneziane
  • impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore a biomasse combustibili, come le caldaie a pellet o legna, per esempio.

 

Per approfondimenti ed aggiornamenti puntuali sull’aliquota IRPEF, si rimanda alla Guida dell’Agenzia delle Entrate sulle agevolazioni fiscali per il risparmio energetico al sito E.N.E.A per le relative procedure da seguire per accedere agli incentivi.

Non è prevista, invece, alcuna agevolazione fiscale per la sostituzione con caldaie di classe inferiore alla A (quindi classe B, C o inferiori).

Per poter usufruire dell’eco-bonus bisogna avere la certificazione di un tecnico abilitato che dimostri che tutti i requisiti.

Deve, inoltre, trasmettere all’ENEA la scheda degli interventi realizzati.

In quanti anni si detrae?

La detrazione fiscale viene spalmata su 10 anni, quindi l’importo totale va diviso in 10 rate di uguale importo, che andranno scaricate in dieci anni tramite la dichiarazione dei redditi (modello 730 o Unico).

Per usufruire degli incentivi Ecobonus fa fede la data del bonifico bancario o postale e non la data della fattura.